A+ A A-

Riteniamo positivo che la Giunta Pigliaru abbia preso atto dell’impossibilità di portare avanti il progetto del gasdotto Galsi, che con il passaggio del “tubo” da Sud al Nord avrebbe devastato il territorio e l’ambiente della nostra Isola, con costi enormi per le attività tradizionali e nuove servitù per le collettività.

Pubblicato in Ambiente

Tuvixeddu: dov’è la verità?

Se è vero che il Lodo Arbitrale ha dato ragione a Cualbu è altrettanto vero che i vincoli su Tuvixeddu sono validi e persistono. Lo dice persino Cappellacci in campagna elettorale, che di disastri se ne intende: vedi la gestione della miniera d’oro di Furtei e le bonifiche mai partite come quelle de La Maddalena per il G8 e quelle del Sulcis.

Pubblicato in Ambiente

(AGENPARL) - Cagliari, 25 ott  – «Con l'articolo 4, primo comma, della finanziaria regionale del 2012, 150 milioni di euro sono stati stanziati a favore della società privata Galsi per pagare una servitù di passaggio che non porterà affatto il metano in Sardegna: nessun finanziamento è previsto per le reti del gas nell’Isola e nessuna compensazione è prevista per i sardi». Lo ha affermato la consigliera regionale di SardignaLibera, Claudia Zuncheddu, depositando un’interrogazione in materia.

Pubblicato in Economia

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XIV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1230/A

INTERROGAZIONE ZUNCHEDDU, con richiesta di risposta scritta, sul finanziamento previsto dalla finanziaria regionale del 2012 con cui la Regione impegna 150 milioni di euro a favore della società privata GALSI, per la realizzazione di un gasdotto destinato all'importazione di gas naturale dall'Algeria all'Italia attraverso la Sardegna.

***************

Pubblicato in Economia

Dibattito Pubblico con
Claudia Zuncheddu
Consigliera Regionale della RAS
del Movimento SardignaLibera

Pubblicato in Lavoro

Segue il dibattito sulla Finanziaria

In un momento di grande crisi economica e sociale per i sardi, 150 milioni dell’ultimo Piano di Rinascita vengono investiti ancora in “servitù”. Così come fiumi di denari arrivati nell’isola con i due Piani di Rinascita, per il “superamento del sottosviluppo”, di fatto a discapito delle popolazioni, dell’economia e del nostro ambiente, sono serviti a creare “servitù industriali”, per arricchire società private in cambio di qualche migliaio di salari, per poi scappare lasciando la disperazione tra la gente, il territorio distrutto e l’ambiente inquinato. Questa è la rapina dovuta all’industrializzazione della Sardegna. Tutto ciò mentre la RAS guardava e continua a guardare…

Pubblicato in Economia

Continua il dibattito sulla Finanziaria 2012. L’Art 4, come i precedenti, rispecchia la filosofia a cui si ispira la Finanziaria del 2012. Una Finanziaria che non ha saputo cogliere le emergenze e le richieste dei sardi, perdendo la sua funzione di strumento necessario e determinante per affrontare i problemi della nostra economia ormai al tracollo.

Pubblicato in Economia

GALSI: giovedì ore 21 su Videolina

Giovedì 16 Febbraio 2012 alle ore 21 sarò ospite della trasmissione Monitor su Videolina, per la puntata intitolata "GASSINTEGRATO", in merito alla questione GALSI. Interverrò illustrando le criticità della realizzazione del gasdotto in Sardegna.

Pubblicato in Ambiente

Metanodotto: un tubo senza ritorno

Giovedì 29 Dicembre 2011 si terrà presso l'Hotel
Regina Margherita dalle ore 17 alle ore 20 il convegno:
"Metanodotto: un tubo senza ritorno"

Pubblicato in Ambiente

Non ci meraviglia che il governo italiano, nella conferenza di servizi fra Stato, Regione ed enti interessati, abbia dato il via libera al progetto Galsi. Infatti non si è mai visto che i reali interessi dei sardi fossero tutelati dallo Stato italiano, così come, purtroppo, non è mai accaduto che la Regione Sarda difendesse realmente, al di fuori del gioco delle parti, i nostri interessi, la nostra ricchezza, l’economia e l’ambiente... 60 anni di Autonomia ne sono un triste ed attuale esempio.

Pubblicato in Ambiente
Pagina 1 di 3
© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera