A+ A A-

…non è che l’inizio, la lotta continua.

Vota questo articolo
(11 Voti)

Cari Amici,
dopo cinque anni di attività politica nel Consiglio della RAS all'interno del Gruppo consiliare “Sel-Sardigna Libera”, per la prima volta mi sono voltata indietro per osservare il mio operato politico che è stato importante e intenso in difesa dei diritti e degli interessi del nostro Popolo e dei nostri territori.

La pratica della Trasparenza, con la pubblicazione giorno dopo giorno di ogni mio atto politico, ha fatto sì che il mio sito divenisse una fonte di informazione politica attendibile e di rilievo non solo in Sardegna.

Oggi credo di poter sostenere che quell’immenso e meticoloso lavoro principalmente sulla Sardegna, racchiuda gli elementi di un percorso politico identitario, non solo per le specificità della nazione sarda, ma per i diritti, l’uguaglianza e il benessere di ogni Popolo e in ogni nazione.

Per la difesa di tali diritti, laddove la RAS non ha colpevolmente risposto, le mie azioni sono state anche giudiziarie, vedi il caso del G8 a La Maddalena, esitate con un processo contro la Protezione Civile italiana e la condanna del presidente Bertolaso alla consegna di tutta la documentazione inerente l’”affare G8”, sino a quel momento coperta da segreto di Stato.

La corsa elettorale per la XV Legislatura, che mi ha visto candidata indipendente nelle liste di Sinistra Ecologia Libertà, si è svolta in una condizione di forte destabilizzazione sociale ed economica, con una confusione politica segnata dall’astensionismo, dal voto di protesta e dal consolidamento di noti centri di potere.

Il risultato elettorale, benché mi abbia visto terza e prima dei non eletti nelle liste di SEL (circoscrizione di Cagliari), è stato straordinario in quanto frutto di consensi derivanti dal mio impegno personale e non sostenuto da strutture organizzate di Partito. Il mio impegno politico in tutta la Sardegna, ha premiato anche elettoralmente SEL, con cui la mia formazione politica indipendentista Sardigna Libera ha creato Gruppo consiliare per cinque anni.

Molte delle battaglie da me portate avanti all’interno delle istituzioni, restano ad oggi aperte.

Sarebbe troppo lungo e ripetitivo elencarle, ma esse, non da oggi, sono riportate minuziosamente nel mio sito personale e nel sito ufficiale del Consiglio. Spero e auguro, per la libertà e il benessere a cui ha diritto il nostro Popolo, che queste battaglie che nascono dai nostri territori e dalla nostra storia, non vadano né trascurate né perdute all’interno delle istituzioni.

In questo momento dove una Legge elettorale sarda “maschilista e liberticida per le minoranze e per il loro diritto di rappresentanza politica autonoma” da me strenuamente combattuta, ha eliminato violentemente dal Consiglio Sardo parti politiche importanti della nostra società.

Questa Legge particolarmente liberticida nei confronti delle donne, ancora una volta nega l’equa rappresentanza di genere femminile, prevista anche dalla Costituzione italiane italiana e dal nostro Statuto Speciale, eliminando dalla partecipazione oltre il 50% della popolazione sarda.

A tutti i sardi, gli amici, compagni e patrioti, che hanno sostenuto in questi anni le nostre battaglie per i nostri diritti irrinunciabili a una vita migliore, a una società equa e solidale e al diritto di libertà, autodeterminazione e indipendenza del nostro Popolo, va il mio Grazie e un affettuoso abbraccio.
…non è che l’inizio, la lotta continua.
Claudia Zuncheddu

Claudia Zuncheddu

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Milano, è giornalista pubblicista, appassionata di antropologia e autrice dei libri: “Parigi-Pechino sulle orme di Marco Polo” e “Africana”. Ex-consigliera comunale di Cagliari, è stata consigliera regionale nella XIV Legislatura.

Sito web: www.claudiazuncheddu.net

13 commenti

  • Amalia

    Ciao Claudia, ti ho sempre apprezzato da quando sei stata candidata alle politiche capolista nelle file del Psd'az e io facevo parte di quella lista, ho sempre seguito le tue battaglie e mi dispiace che per motivi che non conosco e non voglio conoscere tu abbia lasciato il Psd'az, io con il mio contributo piccolo piccolo ( qui votano tutti Pd non conoscono altro) da 35 anni sono in questo partito ci rimango e combatto all'interno. Continua le tue battaglie che sono anche le nostre e di tutto il Popolo Sardo. Auguri.

    Rapporto Amalia Link al commento
  • Giancarlo N.

    Cara Claudia, la tua mancata rielezione, resta al momento scoperta la tua costante attività di denuncia sull'inquinamento industriale e nei Poligoni Militari. Così come hai difeso una seria programmazione urbanistica. Non sarà facile trovare dei sostituti dell'attivismo concreto che hai dimostrato in questi anni. D'altronde non mi pare che tra gli eletti vi siano persone che abbiano dichiarato questi propositi, anzi peggio ricordo le sole 9 righe proposte da chi ha vinto e non mi stupisce che tu abbia perso. Si tratta ora di logorare i vincitori sul loro stesso terreno, Ovvero rispetto delle regole e leggi, senza appiattirsi al governo di Silvio Renzi che si è appena attribuito il permesso di far inquinare ancora di più la Sardegna tra nuovo carbone nel Sulcis e trivelle a Cuglieri, già approvate dall'uscente Ugo.

    Rapporto Giancarlo N. Link al commento
  • roberto

    In tutti questi anni di lavoro dentro il Consiglio Regionale hai rappresentato la parte buona della Politica dando una ventata di novità anche a SEL in tutta la Sardegna. La tua assenza dentro la massima Istituzione della Sardegna farà perdere la speranza di un salto di qualità per una buona Politica. Questa è una sconfitta per i Sardi che hanno sperato in un vero cambiamento anche in SEL. Mi chiedo: SEL che cosa farà? possibile che un partito come SEL non crei le giuste e doverose condizioni per essere rappresentati anche dalle donne? sono consapevoli del notevole contributo che tu hai dato anche per la loro crescita? oppure SEL è come tutti gli altri vecchi partiti?...ansioso di vedere che cosa faranno in merito.

    Rapporto roberto Link al commento
  • Giorgio Madeddu

    In un periodo caratterizzato dalle urla, da feroci accuse reciproche, dagli insulti, dalla mancanza di stile e dal degrado morale... fa piacere leggere un'analisi amara ma pacata, piena di misura, stile e buonsenso... la classe non è acqua!... Claudia Zuncheddu è una signora, una persona colta e tenace, una Sarda autentica! Mi dispiace che il consiglio della RAS perda una voce libera come la sua... per colpa di una Legge elettorale sarda “maschilista e liberticida per le minoranze"... a causa della forte destabilizzazione sociale ed economica, di una confusione politica, di una grossa fetta di elettorato deluso che ha scelto l'astensionismo (quasi il 50%) per il brutto spettacolo che la politica in generale ha dato e sta dando di se... Non ho dubbi che da qui la lotta deve ripartire, che la lotta continua... c'è bisogno di un grande impegno. Penso che bisognerà lavorare molto per avere un elettorato più consapevole. Non è più tempo di urla, di accuse ma di analisi e ragionamenti. Anche di umiltà e riflessione. Spero che tutto quel che è accaduto in questi ultimi mesi sia motivo di riflessione per tutte le formazioni indipendentiste, progressiste. Non ho dubbi che Claudia continuerà ad essere una voce autorevole e forte fuori dal Consiglio della RAS... come lo è stata dentro, in tutti questi anni in difesa del territorio, dell'ambiente, della salute... della Sardegna e del Popolo Sardo. Auguri Claudia... e forza Sardigna!

    Rapporto Giorgio Madeddu Link al commento
  • Maria

    Ti ho scoperta per caso guardando un link sulle servitù militari..postato da un mio conoscente ... continuando a scegliere l'argomento sono capitata su un tuo intervento in regione .. quasi non credevo ai miei occhi ..mi sei piaciuta subito .. Dal continente non è facile seguire ...figurati trovare persone di spessore ... e una storia di valore ...ti ringrazio ...ho riconosciuto il coraggio e la determinazione , nel non farti intimidire da nessuno ... e mi sono sentita finalmente rappresentata degnamente .Grazie empaticamente ... ti seguirò nelle battaglie dandoti man forte ..un Abbraccio

    Rapporto Maria Link al commento

Lascia un commento

Assicurati di aver compilato tutti i campi richiesti (*). Puoi usare il codice HTML.

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera