A+ A A-

Cagliari, 10 nov - «Sono sempre più numerose le richieste di risarcimento per i danni arrecati dalla SARAS SpA ai produttori orto-serricoli e a tutti i coltivatori e allevatori che operano nelle aree a ridosso della raffineria, che negli anni hanno visto le proprie terre e attività sempre più depauperate a causa dell'emissione costante di agenti inquinanti altamente tossici». Lo ha affermato la consigliera regionale di SardignaLibera, Claudia Zuncheddu, depositando una interpellanza per sollecitare la Regione ad intraprendere tutte le necessarie azioni per garantire i risarcimenti ai produttori orto-serricoli operanti nell'area intorno a Sarroch per i danni materiali arrecati dalle attività industriali.

Leggi tutto... 0

Se le risultanze delle nostre analisi sul progetto dovessero trovare conferma e avvallo da parte dei tecnici comunali, al Sindaco di Assemini non resterebbe altro che bloccare i lavori e far sigillare il cantiere. Capoterra e i suoi cittadini hanno già dato tanto in termini di esposizione a miasmi e veleni industriali, eppure da qualche mese la situazione si è fatta ancora più critica. I dati di inquinamento ambientale della zona sono sconcertanti: il territorio è stritolato a ovest dalle ciminiere Saras, a est dall’inceneritore del Tecnocasic, a nord dal nascente “eco-mostro” di Macchiareddu.

Leggi tutto... 0

(AGENPARL) - Cagliari, 25 ott  – «Con l'articolo 4, primo comma, della finanziaria regionale del 2012, 150 milioni di euro sono stati stanziati a favore della società privata Galsi per pagare una servitù di passaggio che non porterà affatto il metano in Sardegna: nessun finanziamento è previsto per le reti del gas nell’Isola e nessuna compensazione è prevista per i sardi». Lo ha affermato la consigliera regionale di SardignaLibera, Claudia Zuncheddu, depositando un’interrogazione in materia.

Leggi tutto... 0

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera