A+ A A-

La Consigliera regionale Zuncheddu: l’allerta deve essere massima, stiamo parlando dei 44 comuni del sud Sardegna dove l’inquinamento miete vittime e produce malattie.

Leggi tutto... 0

In riferimento alle notizie uscite sulla stampa nei giorni scorsi sulle “improrogabili e urgenti iniziative che la Regione deve intraprendere nei confronti della SARAS Spa per i danni da inquinamento ambientale nelle aree in prossimità della raffineria e per i mancati risarcimenti per i danni materiali arrecati dalle attività industriali ai beni mobili e immobili dei produttori orto-serricoli operanti nell'area intorno a Sarroch”, è doveroso precisare che i cosiddetti “pomodorini camona all’arsenico” non riguardano Pula ma le serre dell’Azienda Romanino-Mura di Sarroch, dove indagini di laboratorio hanno evidenziato alte concentrazioni di sostanze tossiche, fra cui l’arsenico.

Leggi tutto... 0

(AGENPARL) - Cagliari, 11 nov – «Nel suo ultimo aggiornamento, il XIV° Rapporto Epidemia blue tongue indica in 3.949 i focolai attivi in tutta l'isola con punte significative per Cagliari (912), Nuoro (805) e Sassari (800). Vista la particolare situazione meteo-climatica, il drammatico conteggio delle perdite (a ottobre 2013 erano già 38.500 i capi di bestiame deceduti) dovrà certamente stimarsi al rialzo, arrivando presumibilmente ad una riduzione complessiva del patrimonio zootecnico-ovino sardo di 50/55 mila unità». Lo ha affermato la consigliera regionale di SardignaLibera, Claudia Zuncheddu, rivolgendo un appello alle forze politiche in Consiglio regionale per incrementare, anche con interventi sulla nuova finanziaria, i fondi destinati agli indennizzi per la lingua blu.

Leggi tutto... 0

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera