A+ A A-

Interrogazione sul finanziamento regionale di 150 milioni di euro alla società privata GALSI

Vota questo articolo
(0 Voti)

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA
XIV LEGISLATURA

INTERROGAZIONE n. 1230/A

INTERROGAZIONE ZUNCHEDDU, con richiesta di risposta scritta, sul finanziamento previsto dalla finanziaria regionale del 2012 con cui la Regione impegna 150 milioni di euro a favore della società privata GALSI, per la realizzazione di un gasdotto destinato all'importazione di gas naturale dall'Algeria all'Italia attraverso la Sardegna.

***************

La sottoscritta,

premesso che in riferimento all'articolo 4, comma l, della legge finanziaria 2012, che recita: "al fine della compartecipazione alla realizzazione di un gasdotto destinato all'importazione di gas naturale dall'Algeria all'Italia attraverso la Sardegna (GALSI) è autorizzata una spesa complessiva valutata in euro 150.000.000 di cui euro 38.000.000 per l'anno 2012 a valere sulle risorse disponibili in conto del titolo di spesa 12/5/2002 della contabilità speciale di cui alla legge 23 giugno 1994, n. 402 (Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 26 aprile 1994, n. 248 recante provvedimenti urgenti per lo sviluppo economico e sociale della Sardegna, in attuazione dell'articolo 13 dello statuto speciale), e di euro 56.000.000 per ciascuno degli anni 2013 e 2014 a valere sull'UPB S04.01.2003";

visto che:
- l'Algeria non ha onorato gli accordi internazionali sulla vendita del gas metano ai cosiddetti prezzi di mercato e, per sua stessa ammissione, non garantisce la certezza dell'erogazione futura, in quanto il gas è ritenuto risorsa strategica per lo sviluppo stesso dell'Algeria, inoltre, come risorsa concorrenziale, sarebbe limitata a qualche decennio;
- a tutt'oggi, nonostante gli articoli sulla stampa con cui si cerca di rilanciare quel progetto mai decollato, annoverandolo come "opera d'interesse europeo" per il prossimo decennio, esso, anche in caso di realizzazione, sarebbe comunque destinato a non essere utilizzato a causa della concorrenza dei gasdotti europei, già esistenti e potenziati, legati ai capitali della Gazprom, il colosso russo che risulta essere azionista anche del GALSI;

vista l'instabilità geopolitica degli stati del nord Africa attraversati dai gasdotti, che purtroppo è destinata ad aumentare creando anche in Europa delle possibili situazioni di pericolo, queste opere, per natura estremamente vulnerabili, potrebbero costituire obiettivi sensibili per il terrorismo internazionale, come purtroppo è già avvenuto altrove;

vista l'inopportunità che la Regione disponga di importanti finanziamenti tesi paradossalmente a comprare servitù di passaggio nell'Isola, a beneficio esclusivamente dell'Italia del nord e dell'Europa, da quanto recita lo stesso comma 1 dell'articolo 4 della finanziaria regionale 2012 e da quanto è esplicitato nello stesso contratto stipulato dalla società GALSI;

alla luce dell'emergenza economica e sociale in corso in Sardegna e della necessità che la politica della Regione sia tesa anche al recupero dei crediti e allo svincolamento di imponenti finanziamenti per grandi opere ad oggi non realizzabili e inutili ai sardi, come il gasdotto GALSI,

chiede di interrogare il Presidente della Regione e l'Assessore regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio per sapere:
1) cosa risulti agli Assessorati competenti e al Presidente della Regione sullo stato di attuazione dell'opera denominata "Gasdotto GALSI";
2) quali siano le previsioni concrete di possibilità di attuazione del progetto anche in relazione ai costi;
3) quale sia ad oggi lo stato di attuazione per i finanziamenti previsti nella finanziaria regionale a favore della società GALSI;
4) se la Regione intenda svincolare i finanziamenti previsti per il gasdotto GALSI in quanto non più realizzabile;
5) se in questa eventualità abbiano preso in considerazione l'utilizzo di questi finanziamenti a favore del contrasto alle povertà estreme, in forte crescita a causa della crisi, e a favore degli ammalati di SLA, visto che la Regione non ha onorato totalmente gli impegni assunti.

Cagliari, 22 ottobre 2013

Redazione

Ci occupiamo della rassegna stampa, della raccolta di foto, video e news sugli incontri promossi sul territorio da SardignaLibera.

Lascia un commento

Assicurati di aver compilato tutti i campi richiesti (*). Puoi usare il codice HTML.

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera