A+ A A-

Legge elettorale, ricorso alla Consulta

Vota questo articolo
(0 Voti)

Incostituzionale, discriminatoria nei confronti delle donne, poco rappresentativa delle minoranze politiche, identitarie e indipendentiste. La legge elettorale sarda è stata bollata così, ieri durante un dibattito, promosso a Cagliari da Sardigna Libera. «Il paradosso è che i legislatori sardi», spiega Claudia Zuncheddu, consigliera regionale di Sardigna Libera, «abbiano partorito una simile legge, che va contro i sardi, che esclude la doppia preferenza, contemplata dalla Costituzione italiana e che viola lo stesso Statuto di autonomia».

Per correre ai ripari c'è una soluzione: «Si può sollecitare», chiarisce Claudia Zuncheddu, «l'impugnazione da parte della Corte costituzionale. È una norma che ci porterà al bipartitismo e a un sistema oligarchico. Chi controllerà questo sistema? I poteri saranno accentrati verso chi li ha già». La riduzione del numero di consiglieri da 80 a 60, per la rappresentante di Sardigna Libera, scatenerà una serie di problematiche. «Sarebbe bastato», sottolinea Zuncheddu, «approvare la mia proposta di legge sui tagli ai costi della politica, che non è mai stata discussa». Il rischio è l'accentramento del potere nelle mani dei maggiori partiti. «C'è un desiderio di oligarchia», evidenzia il leader di Irs Gavino Sale «di arroccamento nel castello dorato da parte dei grossi partiti. Si mira a eliminare diversità e rappresentatività». La legge elettorale non piace neppure al senatore di Sel, Luciano Uras perché «nega i contenuti della modifica costituzionale. L'articolo 16 prevede tre condizioni: parità di genere nell'accesso alle cariche elettive, rappresentanza territoriale e riduzione del numero di consiglieri ma nel rispetto della rappresentanza politica».

L'Unione Sarda - 20/07/2013

Redazione

Ci occupiamo della rassegna stampa, della raccolta di foto, video e news sugli incontri promossi sul territorio da SardignaLibera.

Lascia un commento

Assicurati di aver compilato tutti i campi richiesti (*). Puoi usare il codice HTML.

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera