A+ A A-

L'appello per i Sardi terremotati in Emilia

Vota questo articolo
(1 Vota)

Dedicherò qualche minuto del mio tempo al problema dei sardi emigrati in Emilia e che dopo il terremoto, vivono in condizioni di gravissimo disagio. In tanti hanno perso la casa e tutti i loro averi, c’è chi vive ancora in tende, in alloggi di emergenza, c’è chi vive provvisoriamente in alberghi lontani dal posto di lavoro. Gli aiuti promessi dalle istituzioni locali non arrivano o sono irrilevanti.

In una situazione in cui decine e decine di famiglie sarde necessitano di tutto per la sopravvivenza, lamentano il silenzio e l’indifferenza della Regione Sardegna. Molte case sono crollate, altre vengono demolite, altre ancora sono inagibili e necessitano di interventi strutturali. Dopo l’intervento della protezione civile, la situazione di emergenza continua e rischia di cadere nel dimenticatoio, condannando le famiglie sarde al disagio e a nuove povertà. In concreto dico al Presidente Cappellacci, che in questi casi s’interviene finanziariamente, tagliando spese superflue di cui conosciamo la lunga lista.

Sperando che questo appello non cada nell’oblio, passo al tema al centro del dibattito di oggi...

(Tratto dall'intervento in Aula del 1.10.2012)

Guarda i video della mia visita in Emilia

Claudia Zuncheddu

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Milano, è giornalista pubblicista, appassionata di antropologia e autrice dei libri: “Parigi-Pechino sulle orme di Marco Polo” e “Africana”. Ex-consigliera comunale di Cagliari, è stata consigliera regionale nella XIV Legislatura.

Sito web: www.claudiazuncheddu.net

Video

Lascia un commento

Assicurati di aver compilato tutti i campi richiesti (*). Puoi usare il codice HTML.

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera