A+ A A-

Politica Sarda, roba da Donne

Debole, precario e un po' confuso. Lo stato di salute della politica sarda preoccupa ma non scoraggia le donne in corsa per un posto alla Camera o al Senato, e quelle già impegnate in Consiglio e in Giunta regionale. Anna Maria Busia, coordinatrice dei Riformatori sardi di Cagliari, è convinta che «un cambiamento radicale debba passare attraverso le donne. Alle prossime elezioni perderanno i partiti che non metteranno in lista donne che hanno voglia di far politica. La solidarietà femminile esiste ma fino a oggi mancava la scelta. Ci sono tante donne preparate politicamente, disposte a mettersi in gioco».

Pubblicato in Diritti

La consigliera regionale indipendentista Claudia Zuncheddu non rinuncia alla sua battaglia a proposito della costituzione della Regione come parte civile nel processo di Perugia contro la cricca che avrebbe distratto i fondi destinati al G8 di La Maddalena. «Abbiamo appreso che il Tribunale ha accolto la costituzione del Comune maddalenino, così come quella di diversi Ministeri e della Guardia di Finanza - specifica la consigliera di Sardigna Libera - con la mancata partecipazione della Sardegna al processo abbiamo perso un'opportunità non solo di far giustizia per l'Isola ma anche per mettere a disposizione del pm le testimonianze e la ricca documentazione in possesso degli uffici regionali su questa faccenda.

Pubblicato in Ambiente

Al Presidente Cappellacci, che a tutt’oggi non si è costituito parte civile al Processo di Perugia contro la “cricca del G8” per conto della Regione Autonoma della Sardegna, non è stato chiesto chi fossero i precedenti Presidenti della RAS e cosa abbiano fatto. Ciò che conta è che lui, oggi, è l’unica figura istituzionale deputata a costituirsi parte civile per difendere i diritti e gli interessi di un Popolo che lo ha eletto per essere ben rappresentato, a partire dal recupero dei 100 milioni di fondi Fas, sottratti alle casse sarde dalla “cricca del G8”, nel corso dei preparativi dell’evento, mai avvenuto, a La Maddalena.

Pubblicato in Ambiente

La consigliera ha annunciato di non voler lasciare il proprio posto in Aula "sino a quando il presidente Cappellacci non deciderà di costituirsi parte civile nel processo di Perugia alla 'cricca del G8' per difendere i diritti dei sardi: c'è poco tempo perché la prossima udienza è stata fissata per il 28 novembre".

Pubblicato in Ambiente

Politica: «Tolti all'Isola 100 milioni»

Ultima chiamata per il presidente Ugo Cappellacci, affinché la Regione si costituisca parte civile nel processo, ai danni dei 18 imputati per i fatti del G8 della Maddalena del 2009. A ribadire l'invito è stata, ieri mattina a Cagliari, il consigliere regionale di Sardigna Libera, Claudia Zuncheddu, già firmataria, lo scorso aprile, di una mozione mai approdata in aula.

Pubblicato in Ambiente

La valigia è pronta. Impossibile però sapere con precisione il momento della partenza: potrebbe essere questione di ore, forse di giorni. Claudia Zuncheddu, consigliere regionale che in splendida solitudine rappresenta in aula gli Indipendentistas, si prepara a raggiungere l'Africa. Inutile chiedere di conoscere la destinazione esatta e quali saranno gli interlocutori. Missione delicata, difficile. Va a cercare una traccia di Rossella Urru, volontaria di Samugheo rapita circa quattro mesi fa nel Sud dell'Algeria. Rossella, che opera per un'organizzazione non governativa (Cisp), è stata portata via insieme a due ragazzi spagnoli, Ainoha Fernandez ed Eric Gonyalons. Il sequestro risale alla notte tra il 22 e il 23 ottobre dell'anno scorso: da allora, fatta eccezione di un videomessaggio da parte dei rapitori, è calato il silenzio. Inquietante. Il ministero degli Esteri si muove (ammesso che si muova davvero) con grande riservatezza mentre all'orizzonte si profila l'ipotesi di un blitz organizzato dai Servizi segreti francesi.

Pubblicato in Cooperazione

Il governatore Ugo Cappellacci dovrà sollecitare il Governo a intensificare le azioni diplomatiche per la liberazione di Rossella Urru, la cooperante di Samugheo rapita in Algeria, e a far giungere ai rapitori, anche tramite i media, il messaggio che la Urru è figlia di una terra che vuole distinguersi come terra di pace e di ospitalità. Lo stabilisce un ordine del giorno unitario del Consiglio regionale, approvato dopo il dibattito sulla mozione presentata da Claudia Zuncheddu (Indipendentistas). La consigliera ha anche polemizzato per l'assenza in aula di Cappellacci.

Pubblicato in Cooperazione

Fondi POR: dove sono finiti?

«Fondi persi? Il presidente chiarisca». Interrogazione della consigliera Claudia Zuncheddu sulle risorse comunitarie del Por

Pubblicato in Economia

Le forti radici culturali e identitarie la fanno auto-definire “buona cittadina del mondo”. Un passato sportivo come pilota di rally, di viaggi di studio e di impegni nella cooperazione internazionale, Claudia Zuncheddu (consigliera comunale e regionale, candidata a sindaco per il polo indipendentista), da laica convinta, promuove la libertà di culto per tutte le religioni.

Pubblicato in Salute

È stato consegnato ieri, al medico specialista in malattie tropicali e pilota di rally nei deserti Claudia Zuncheddu, il premio “Eleonora d’Arborea”. Il riconoscimento, giunto alla decima edizione, è assegnato ogni anno a una donna sarda o operante in Sardegna, che abbia valorizzato l’Isola distinguendosi in una qualsiasi attività sociale, culturale, scientifica o produttiva.

Pubblicato in Cooperazione
Pagina 5 di 5
© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera