A+ A A-

Lo Stato italiano non intende smilitarizzare i tre poligoni in Sardegna. Il poligono di Quirra è al centro di strategie di affari internazionali, mediati dallo Stato che subappalta, dove chiunque può sperimentare ciò che vuole, basta un’autocertificazione.

Pubblicato in Ambiente

«Le dichiarazioni del Ministro Mauro sulla necessità di mantenere i Poligoni in Sardegna, non stupisce noi sardi che che da oltre 50 anni subiamo l’occupazione militare dei nostri territori».

Pubblicato in Salute

Apprendiamo con sorpresa dalla stampa la posizione dell’Assessore regionale all’Industria Liori sulla “necessità che E.On paghi i danni ambientali che ha creato al territorio”. Non abbiamo dubbi sulle buone intenzioni dell’Assessore: dispiace tuttavia informarlo che, ad oggi, non ci risulta che il suo collega di Giunta, il Presidente Cappellacci, si sia dimenato per costituirsi parte civile nel procedimento giudiziario a carico di E.On per il disastro ambientale del 2011, quando 36mila litri di olio combustibile fuoriuscirono da un foro nell'oleodotto che collega la centrale di Fiume Santo alla banchina sul mare dell’Asinara e invasero le acque di uno dei golfi più belli del Mediterraneo.

Pubblicato in Economia

Interpellanza della consigliera Claudia Zuncheddu sull’agricoltura a rischio Tiana, Legambiente: «La Asl faccia i controlli sui terreni, come a Portoscuso».
Si può fare agricoltura attorno a una zona industriale come Sarroch dove c’è la più grossa raffineria di petrolio del Mediterraneo, la Saras, e un insediamento dell’Eni che, più o meno al pari della Saras, non produce fiori? E’ la domanda che sorge spontanea dalla lettura dell’interpellanza presentata nei giorni scorsi alla giunta regionale dalla consigliera di Sardigna Libera Claudia Zuncheddu sul tema delle aziende agricole attorno alla Saras (la consigliera, però, non cita l’intera zona industriale, ma solo la raffineria).

Pubblicato in Ambiente

ASSEMINI. Claudia Zuncheddu scrive al sindaco: «Bloccate quella centrale».
Raffica di proteste per l'impianto a biomasse. Mentre Capoterra si prepara a discutere in aula, giovedì alle 19, il progetto della mega centrale delle biomasse in costruzione a Macchiareddu, in territorio di Assemini ma vicinissima al confine con la cittadina costiera, il comune ospitante deve già confrontarsi con la protesta.

Pubblicato in Ambiente

Guarda il servizio di Sardegna 1 sul Progetto di Legge e l'intervista a Claudia Zuncheddu

(AGI) - Cagliari, 17 ott. - Un marchio per identificare i locali "Slot free - Regione Sardegna" che, in cambio della decisione di non dotarsi delle macchinette per gioco d'azzardo, ricevono dal Comune sconti su Tarsu, Imu e altre agevolazioni fiscali. E' una della indicazioni contenute nella proposta di legge presentata dai consiglieri regionali di Sel e Sardigna Libera per prevenire il gioco d'azzardo patologico, in particolare quello del "far west delle slot machine", ha detto Francesco Agus, coordinatore di Sel della Provincia di Cagliari. "In Sardegna il fenomeno del gioco d'azzardo patologico sta assumendo dimensioni inquietanti - ha spiegato Daniele Cocco - Sassari e' la quarta citta' in Italia per numero di giocatori d'azzardo, prima anche di Napoli e Roma: e il costo sociale di questo fenomeno e' elevatissimo. E' un'azienda, l'unica in Italia, con il bilancio sempre in attivo anzi in crescita, perche' non solo non risente ma si giova della crisi economica che affossa tutti i settori produttivi fornendo una speranza a chi pensa di non avere altre possibilita'".

Pubblicato in Economia

Tartit in concerto al Lazzaretto di Cagliari

L'Associazione Azalai presenta
“ TARTIT IN CONCERTO ”
venerdì 20 settembre – ore 21.00
Museo Lazzaretto di Cagliari

Evento a sfondo benefico promosso da Claudia Zuncheddu e collegato alla mostra “Africana: Magie, Culture, Colori”, allestita negli stessi locali del Museo a sostegno del progetto “Una scuola per i piccoli Tuareg del Mali” dell'Associazione Azalai. Prima del concerto Claudia Zuncheddu condurrà una visita guidata della Mostra “Africana” a partire dalle 19.00. Segui l'evento anche su Facebook!

Pubblicato in Cooperazione

(Adnkronos) Cagliari, 17 set. - "In una situazione di grave crisi economica come quella che stiamo vivendo oggi, non possiamo permettere che chi è senza lavoro rimanga escluso dal diritto all'esenzione del ticket". Lo afferma la consigliera regionale della Sardegna Claudia Zuncheddu (SardignaLibera), che stamani, insieme ai consiglieri di Sel Daniele Cocco, Giorgio Cugusi e Carlo Sechi, ha presentato una mozione che chiede alla Regione sarda di garantire l'esenzione dal pagamento del ticket sanitario ai cittadini sardi inoccupati.

Pubblicato in Diritti

Lingua Blu: mille domande... nessuna risposta

Raffica di interrogazioni sui ritardi nella profilassi.

Cinque consiglieri regionali dell’opposizione hanno scritto al presidente della commissione Agricoltura, Paolo Terzo Sanna (Pdl), per chiederne la convocazione urgente e l’audizione degli assessori alla Sanità, De Francisci e Cherchi all’Agricoltura sull’epidemia. La lettera è firmata da Luigi Lotto (Pd), Efisio Arbau (La Base), Claudia Zuncheddu (Sardigna Libera), Daniele Cocco (Sel) e dal vicepresidente della commissione, Antonio Solinas, che ha anche presentato un’interrogazione come la consigliera regionale di Sardigna Libera, Claudia Zuncheddu, che ha dato voce ai dubbi degli allevatori sull’efficacia dei vaccini messi a disposizione dalla Regione e alle loro paure per i possibili effetti collaterali sulla salute degli animali. «Nelle passate campagne si sarebbe registrata una riduzione media del 50% della produzione del latte e numerosi casi di infertilità», riferisce.

Pubblicato in Economia

Sull'emergenza "lingua blu" in Sardegna

Lingua blu, Claudia Zuncheddu: «Prevenzione inefficace».
«Il diffondersi della lingua blu in aree sempre più vaste del nostro territorio sta mettendo in ginocchio le aziende, producendo incalcolabili danni alla pastorizia. Di fronte a un tasso di mortalità degli ovini in crescita, preoccupa l'incapacità delle istituzioni di gestire l'epidemia». Lo afferma la consigliera regionale di Sardigna Libera, Claudia Zuncheddu, depositando un'interrogazione in Consiglio.«Ai primi di luglio - spiega - i vaccini messi a disposizione degli allevatori hanno creato forti perplessità nel mondo pastorale, per via dei possibili effetti collaterali sulla salute degli ovini. Nelle passate campagne di vaccinazione si sarebbe registrata una riduzione media del 50% della produzione del latte e numerosi casi di infertilità. È palese la preoccupazione di fronte alle voci secondo cui gli indennizzi, che comunque mai potrebbero compensare i danni, sarebbero condizionati alla somministrazione dei vaccini imposti dalle Asl e dall'assessorato».
L'Unione Sarda - 04/09/2013

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 2
© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera