A+ A A-

Al Presidente della Regione Autonoma della Sardegna
Prof. Francesco Pigliaru
A proposito dell’Assemblea Regionale dell’Unione Barracelli del 16 marzo 2014

Pubblicato in Ambiente

In questa circostanza drammatica, l’opinione pubblica isolana si domanda dove sia l’intervento dello Stato. Ma per i sardi esso è assente quando dovrebbe essere presente, come nel caso dei supporti aerei per l’antincendio e ingombrante quando la sua presenza è inopportuna, vedi le nuove dichiarazioni del ministro della Difesa Mauro.

Pubblicato in Ambiente

Non è più credibile che la causa degli incendi in Sardegna sia da ricercare solo negli eventi naturali propri della stagione come le alte temperature e il soffiare dei venti. Non è più credibile che la causa di questi disastri sia da ricercar solamente nell’azione criminale di uomini singoli o ispirati da mandanti. Nei decenni passati, prima si incendiavano i territori e poi si costruiva soprattutto lungo le coste. Riteniamo che le cause di questi incendi, che hanno devastato il territorio e esposto le popolazioni ad alto rischio di vita, siano da ricercarsi nell’ ”irresponsabilità” dello Stato italiano che prima promette e poi non mantiene (vedi la querelle dei Canadair e la disorganizzazione della Protezione Civile preposta all’antincendio).

Pubblicato in Ambiente

E’ imminente la notizia ufficiale secondo cui, la Regione Autonoma della Sardegna metterà finalmente a disposizione le risorse finanziarie per garantire ai Barracelli sardi le visite mediche, necessarie per il riconoscimento dell’idoneità: un diritto sino ad oggi negato dagli Assessorati competenti, in violazione della Legge Regionale, che prevede la gratuità dei controlli sanitari.

Pubblicato in Ambiente

La campagna antincendio in Sardegna è ormai imminente. Di fronte all’abbandono delle campagne, per la pesante crisi dell’economia agro–pastorale, viene sempre più a mancare il controllo del territorio e la capacità tradizionale di fronteggiare la piaga degli incendi.

Pubblicato in Ambiente

Fra 20 giorni parte la “Campagna Antincendio”: a tutt’oggi negate ai barracelli le visite mediche per l’idoneità. La RAS viola le Leggi che tutelano le Compagnie Barracellari da sempre mobilitate sugli incendi nell’Isola. La Regione Autonoma della Sardegna si assuma le proprie responsabilità. Meno di un anno fa in Sardegna sono andati in fiamme centinaia di ettari di territorio sotto l’indifferenza, la disorganizzazione e i ritardi delle istituzioni predisposte alla vigilanza e al controllo del patrimonio ambientale. A nulla sono servite le pressanti sollecitazioni agli Assessori di competenza che si sono alternati in questi quattro anni.

Pubblicato in Ambiente

A chi è funzionale il silenzio dietro gli incendi che devastano la Sardegna? Sosteniamo l’Unione Barracelli, a tutt’oggi inascoltata dalle Istituzioni

Pubblicato in Ambiente

Comunicato Stampa
La Giunta Cappellacci viola le Leggi che tutelano le Compagnie Barracellari mobilitate sugli incendi in corso nell’Isola. La Regione Autonoma della Sardegna si assuma le proprie responsabilità

Pubblicato in Ambiente
© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera