A+ A A-

E’ tempo di dichiarazione dei redditi. Ti chiedo di devolvere il tuo 5 x 1000 al nostro progetto per la scolarizzazione dei piccoli tuareg dell’Azawad, a sud ovest di Timbuctu.
Siamo in emergenza. A causa delle rivolte esplose nel 2012 e delle azioni terroristiche legate ad Al Qaeda i bambini sono stati costretti a rifugiarsi nei campi profughi della Mauritania e del Burkina Faso. Ora stanno rientrando nei propri territori. Dei nostri 700 piccoli, oggi ne contiamo circa 430 da sostenere e scolarizzare.
Donare il 5 x 1000 a noi non costa nulla, per i piccoli è acqua, pane e scuola.

Basta scrivere
Cod. Fisc. 92 140 490 928
Ricordati di firmare

Grazie alla collaborazione solidale dell’architetto Fabrizio Carola, “Gaudì dei nostri tempi”, a cui sono stati attribuiti i riconoscimenti più prestigiosi a livello mondiale, fra cui il Premio Internazionale 2011 per l’architettura ecosostenibile e per le strutture a cupola, e l’Aga Khan Award per l’ospedale Kaedi in Mauritania, ci stiamo accingendo a costruire scuole solide a cupola e archi ellitici per i nostri piccoli nomadi del Mali.
Per chi desidera contribuire ulteriormente:

Coordinate bancarie
BANCA PROSSIMA IBAN: IT95 P033 5901 6001 0000 0007 296
C/C POSTALE IBAN: IT48 C076 0104 8000 00068 162 874

GRAZIE di TUTTO.
Un abbraccio.
Claudia

Pubblicato in Cooperazione

Spett. RAI Tre-TV. Trasmissione “Alle Falde del Kilimangiaro” – 15/03/2015 - 40° minuto
Oggetto: Richiesta di Rettifica sulle dichiarazioni inerenti i Tuareg del Mali

Pubblicato in Cooperazione

Il tuo 5x1000 per i bambini Tuareg

Appello di Claudia Zuncheddu
Per i bambini Tuareg del deserto del Mali devolvi il tuo
5 X 1000
Codice Fiscale 92 140 490 928
Numero da inserire nella casella “volontariato” sulla tua dichiarazione dei redditi.
Non dimenticare di firmare

Pubblicato in Cooperazione

Tartit in concerto al Lazzaretto di Cagliari

L'Associazione Azalai presenta
“ TARTIT IN CONCERTO ”
venerdì 20 settembre – ore 21.00
Museo Lazzaretto di Cagliari

Evento a sfondo benefico promosso da Claudia Zuncheddu e collegato alla mostra “Africana: Magie, Culture, Colori”, allestita negli stessi locali del Museo a sostegno del progetto “Una scuola per i piccoli Tuareg del Mali” dell'Associazione Azalai. Prima del concerto Claudia Zuncheddu condurrà una visita guidata della Mostra “Africana” a partire dalle 19.00. Segui l'evento anche su Facebook!

Pubblicato in Cooperazione

Conosce bene l'Africa da anni. L'ha girata in lungo e in largo da pilota da rally, da studiosa e da curatrice di progetti e programmi legati alla salute. Claudia Zuncheddu, medico e consigliera regionale, ora ha deciso di raccontare il continente con una mostra etnografica intitolata “Africana: magie, culture, colori”. L'esposizione è stata inaugurata giovedì al Lazzaretto di Sant'Elia.

Pubblicato in Cooperazione

Il tè nel deserto viene offerto tre volte, all'ospite di riguardo. È l'enad (un giovane cerimoniere) a versarlo nei bicchieri da una teiera in ferro, dopo essersi assicurato che lo zucchero scheggiato col martelletto sia completamente sciolto. Risale a una antica tradizione, l'ospitalità dei Tuareg, gli Uomini Blu col capo avvolto nel leggendario tagelmust, un panno impregnato di indaco.

Pubblicato in Cooperazione

Messaggio di felicitazioni ai Tuareg del MNLA (Movimento Nazionale per la Liberazione dell’Azawad, territorio storicamente abitato dai Tuareg e da altre etnie nomadi nel nord del Mali) che oggi, lunedì 28, hanno riconquistato militarmente parte dei loro territori e alcune città storiche del Popolo Tuareg: Kidal, In Khalil, Lerè, Tessalit, Tessit, Tinza. Queste zone erano state occupate nei mesi scorsi dai fondamentalisti jadisti e narcoterroristi che con la forza e la violenza terrorizzava e vessavano le popolazioni locali privandole della propria libertà con l’alibi di voler imporre una religione islamica salafita, estranea alle tradizioni, alla cultura e alla storia di questi Popoli. Con quest’azione militare l’MNLA non vuole contrapporsi all’azione militare della Francia, con cui da tempo cerca un accordo per sconfiggere i fondamentalisti, ma mira a garantire solamente la sicurezza delle popolazioni locali, tuareg, arabe, songhai etc. dalle ritorsioni del terrorismo jarista e dalla pulizia etnica che l’armata maliana, come già successo, intenderebbe portare avanti nelle zone dell’Azawad.

Pubblicato in Cooperazione

Buon Anno alla famiglia Tuareg

Buon Anno alla famiglia Tuareg, oggi, nei campi profughi della Mauritania, del Burkina Faso, dell’Algeria e del Niger

Buon Anno ai nostri bambini che a causa delle repressioni sono stati costretti a fuggire dalle scuole di Tin Adanda, Tin Gnèrè, Tin Lokiyan

Pubblicato in Cooperazione

LA "COMPAGNIA DEI RAGAZZINI DI CAGLIARI" IN SCENA A SOSTEGNO DEI PICCOLI TUAREG RIFUGIATI NEI CAMPI PROFUGHI DELLA MAURITANIA

I Tuareg del Mali vivono il momento più drammatico della loro storia. Alcuni Paesi occidentali e del Golfo d'Arabia, per affermare la propria supremazia sulle ricche risorse del sottosuolo sahariano, destabilizzano governi, alimentano guerre, sostengono organizzazioni fondamentaliste che seminano terrore e morte tra i Tuareg, che da millenni vivono nel Sahara.

Pubblicato in Cooperazione

I Paesi Occidentali che proclamano di essere in prima fila nella lotta contro il terrorismo internazionale, nell’Azawad (zona desertica nel Nord del Mali) lasciano soli i Tuareg a condurre una lotta impari contro il terrorismo di matrice fondamentalista.

Pubblicato in Cooperazione
Pagina 1 di 2

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera