A+ A A-

Il Questore di Cagliari autorizzi il corteo di martedì 3 novembre a Teulada

Vota questo articolo
(0 Voti)
giulia
Il naturale dissenso popolare non può essere criminalizzato con nessun alibi. La manifestazione del 31 a Cagliari, contro l’occupazione militare dei territori sardi e le pesanti esercitazioni di guerra in corso, fra l’altro senza il parere favorevole del Comitato Paritetico della Regione Autonoma Sarda, ha visto la partecipazione imponente di cittadini provenienti da tutta la Sardegna e dei movimenti pacifisti, antimilitaristi e anticolonialisti, per ribadire il proprio NO alle esercitazioni Trident della Nato nell’Isola.
Oltre ai danni inestimabili per l’ambiente, la salute e per le nostre economie, le esercitazioni con armamentari di guerra, pongono la Sardegna in prima fila nei conflitti in corso nel Mediterraneo e in Medioriente. Le prove di guerra possono avere imprevedibili ricadute in termini di sicurezza per le nostre popolazioni.
Il dissenso popolare, democratico e pacifico ha diritto ad essere espresso. Con lo stesso spirito, a nome di tutti i manifestanti del 31, si chiede al Questore di Cagliari di autorizzare la manifestazione e il sit-in a Teulada per il 3 novembre.    
Auspichiamo che su questa vicenda prevalga il buon senso e venga rispettato il diritto democratico dei sardi al dissenso.
Claudia Zuncheddu – Sardigna Libera
Claudia Zuncheddu

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Milano, è giornalista pubblicista, appassionata di antropologia e autrice dei libri: “Parigi-Pechino sulle orme di Marco Polo” e “Africana”. Ex-consigliera comunale di Cagliari, è stata consigliera regionale nella XIV Legislatura.

Sito web: www.claudiazuncheddu.net

Lascia un commento

Assicurati di aver compilato tutti i campi richiesti (*). Puoi usare il codice HTML.

Petizione #NoScorie

Video dal canale

 

© Tutti i diritti riservati.
Sardigna Libera